Si torni a parlare di musica. American Hardcore.

Che si ritorni pure a parlare di musica.
Se il glorioso Festival di Sanremo non vi ha fatto crepare con un’ orchite fulminante si ritorni a parlare di musica, di quella che faceva volare corpi e li sospendeva in aria, di quella che divenne una vera e propria pratica culturale che si ribellava ad una vita stereotipata e programmata fin dal primo giorno di vita.
Erano gli anni compresi tra il 1979 e il 1986 e negli Stati Uniti nasceva, cresceva e moriva l’hardcore punk, una vera e propria incazzatura generazionale che prendeva di mira il reaganismo e si esprimeva con la musica più veloce e violenta mai udita prima proprio quando il punk sembrava morto e sepolto e prima che la ribellione con anessi e connessi diventasse mezzo pubblicitario per attirare orde di ragazzini in cerca dell’ultima moda.
Io conosco, hardcore, a questo proposito, vi propone American Hardcore, un  documentario musicale del 2006 pieno zeppo di interviste e filmati inediti che racconta degnamente tutto il movimento hardcore statunitense nel suo dispiegarsi dalla West all’ East Coast.


Voi, rockettari degli anni novanta e zero sappiate che i vostri idoli quali Red Hot Chili Peppers, Nirvana, Pearl Jam, Marilyn Manson, Metallica, Jane’s Addiction, Rage Against the Machine e tanti altri sono figli di quegli anni e di quella musica, fatta di un vortice incredibile di energia, ferocia, velocità e volume a palla.
Il viaggio di American Hardcore parte dalla California (Battalion of SaintsCircle OneAdolescentsSuicidal Tendencies, Black FlagCircle Jerks, Dead KennedysFlipper), passando per il Texas (DriThe DicksThe Stains), proseguendo per Washington (Bad Brains, Minor Threath), New York (Agnostic FrontCro-MagsThe Mob), Boston (SS DecontrolGang GreenNegative FX) per giungere infine in North Carolina (Corrosion of Conformity) e Wisconsin (Die Kreuzen) con un puntata in Canada (D.O.A).
Se siete dei rockettari, ripeto, dovete guardarlo. Per farvi una cultura e conoscere, hardcore.

Potete guardarlo in streaming  con sottotitoli in italiano.
Potete acquistarlo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...