Facebook vi seppellirà

Odiare Facebook è di moda tanto quanto amarlo, ma succede più o meno sempre così con qualsiasi fenomeno di massa. Come Berlusconi o il Grande Fratello.

Dai iscriviti su Facebook!
Ma nemmeno se mi cascano le palle, caro il mio esibizionista del web 2.0!

Eh? Che cazz’è ‘sto web 2.0?
Vabbè ciao..

Ebbene, da ieri e se mai ce ne fosse stato il bisogno, il tizio diffidente (e incazzoso per giunta) del dialogo di cui sopra  ha la ragione un tantino dalla sua parte.

Un bimestrale francese, Le Tigre, ha preso di mira uno dei milioni di utenti di Facebook e lo ha sputtanato pubblicamente. Attraverso Facebook appunto, ma anche grazie a Flickr, dove lo scimunito ha pubblicato in due anni la bellezza di 17000 foto. Ne ha ricostruito così tutta la sua vita, dalle abitudini sessuali al suo lavoro passando per i viaggi che ha fatto negli ultimi anni. Unico dettaglio mancante è il numero civico del suo domicilio ma ci si può, tutto sommmato,  pure accontentare.

Lo scimunito (Marc, francesino di Nantes) si è incacchiato, si è spaventato e ha temuto per la sua privacy, protestando con il direttore della rivista.

Poverino. Peccato che tutte le informazioni fossero assolutamente pubbliche ed incontestabilmente pubblicate solo da lui.

Quindi?

Facebook fa cacare. Seguite la moda dell’odio incontrastato altrimenti le foto di quella sera, proprio quella lì, quando eravate ubriachi fradici e danzavate nudi per strada pensando di esservi reincarnati in uno sciamano uzbeko finiranno su Studio Aperto. E non so quanto sia gradevole o edificante, perché le fosse comuni nell’armadio ce le abbiamo tutti.

Meno Facebook, più hardcore.

Io vi ho avvisati.

2 risposte a “Facebook vi seppellirà

  1. La cosa che più mi fa incazzare e che se facebook non ti serve per un qualsiasi motivo professionale, o per ritrovare gente che non vedi da secoli, questo social network , amatissimoooo, serve essenzialmente a farsi i fatti degli altri… MA MOLLATEMI!!! Cmq mettere 17000 foto è da scemuniti!!Senza dubbio.

  2. Facebook puo essere merda o paradiso come tutte le cose che utilizzi nella vita, sta a te farne il giusto e MODERATO uso, puoi essere il più grande credente di questo mondo, ma poi, la tua unica visione religiosa ti rende cieco di fronte a chi ha veramente bisogno….Allora anche un’edicola è merda, c’è di tutto, dalla politica alla religione passando per il porno, sei tu che scegli cosa acquistare, io non giudico chi si butta nel web sputtanando la sua vita, è una sua scelta, sai cosa faccio ? Non vado a vederlo, e ignorandolo, annullo il personaggio….forse dovremmo fare tutti così.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...